L’ambasciatrice del bambù

L’ambasciatrice del bambù

Conosciamo Maira Buisquett Chang, imprenditrice, talentuosa e appassionata produttrice di bambù

Oggi vogliamo parlarti di Maira Buisquett chang, una vera e propria ambasciatrice del bambù che abbiamo conosciuto grazie ad un intervista realizzata per il progetto Spago.
Prosegui nella lettura per scoprire di più.

Maira e la sua intervista

Abbiamo scoperto Maira attraverso Spago, un progetto autoprodotto da Roberta Paolucci e Alessandro Sartori che si sviluppa in un una serie di interviste in pillole di 5 minuti circa che parlano di talento di vivere, felicità e viaggio.
Una di queste pillole racconta l’esperienza di Maira, e della sua attività strettamente legata ad una passione viscerale per il bambù.

Scopri Spago cliccando qui

Un vero amore

Maira Buisquett chang scoprì il bambù gigante durante un viaggio in Cina 16 anni fa. Un viaggio fortunato, in cui Maira trovò due “grandi amori”, quello per il bambù e quello per la sua socia in affari nonchè attuale compagna di vita.
E’ Maira stessa a parlare di vero amore, quando racconta del suo rapporto con il bambù, che da allora è entrato a far parte della sua vita e di quello della sua compagna “come se fosse un figlio”.

Perchè il bambù

Maira e la sua compagna sono diventate produttrici di bambù a La Paz (Bahia – California) con una convinzione e una passione senza pari. Maira definisce il bambù come “l’ossigeno della sua vita“, per le sue straordinarie qualità, per gli effetti benefici sulla natura, e anche per il benessere psicofisico che il bambù riesce a procurarle.

Un erba piena di umanità, e dalle mille applicazioni.

Maira produce, e sperimenta le migliaia di applicazioni di un vegetale dalle potenzialità quasi illimitate. E’ lei stessa a ricordare quanto la sua crescita rapida senza necessità di pesticidi sia un toccasana per l’ecosistema terrestre. Nel video sorride soddisfatta e con tanta passione negli occhi, quando elenca le migliaia di utilizzi possibili del bambù: nel campo dell‘architettura, per la produzione di oggetti, come sostituto del legno e del pellet per il riscaldamento, come medicinale e addirittura come base per la produzione di ottimi liquori.

Una missione

Maira parla del suo lavoro (e di quello della sua compagna) come una missione. La sua intenzione è continuare a produrre Bambù, sperimentare il suo utilizzo in tutti i campi possibili, per fare sì che venga riconosciuto in tutto il mondo il suo valore. Mettere il suo talento a servizio di un messaggio così importante per l’uomo e per la natura la rende felice e pienamente soddisfatta.

Leave a Reply

Your email address will not be published.