Progetto Coltivatori

COLTIVAZIONI REDDITIZIE

Crea il tuo bambuseto!
Rendite vitalizie derivanti da un investimento sicuro: ti sembra un sogno irrealizzabile?
Grazie al Bambù Gigante è possibile… Ecco perché!

Avviare una coltivazione di Bambù Gigante, selezionata dai nostri esperti del settore, è un investimento fortemente redditizio consigliato a tutti coloro che vogliano garantirsi profitti vitalizi costanti nel tempo.

Il Bambù Gigante, infatti, ha moltissime applicazioni in svariati settori industriali: dalla ristorazione al tessile, dall’arredamento alla moda, dall’edilizia alla cosmesi, e molto altro ancora.

Non solo!

Il Bambù Gigante è un’erba dalle eccezionali qualità, che cresce e matura in maniera molto più veloce di qualsiasi albero. Altrettanto velocemente, quindi, inizierai ad avere il tuo guadagno 🙂

Hai un terreno e vuoi avviare la tua coltivazione? ContattaciTi spiegheremo quello che possiamo fare per te!

La tua piantagione di Bambù Gigante:
ti affianchiamo in tutto, passo dopo passo

TI FORNIAMO ASSISTENZA NELLA COLTIVAZIONE

Tra cui una garanzia assoluta di attecchimento piante: se la pianta non attecchisce viene sostituita.

TI OFFRIAMO UN BONUS A FONDO PERDUTO

con impegno a conferire per 5-10 anni

STIPULIAMO CONVENZIONI CON ISTITUTI DI CREDITO

Per finanziare l’impianto di bambù gigante certificato

FINALIZZIAMO ACCORDI COMMERCIALI

Per la vendita dei prodotti al miglior prezzo sul mercato nazionale ed internazionale

TI GARANTIAMO IL RITIRO A TEMPO ILLIMITATO DELLA TUA PRODUZIONE

Il tutto ai migliori prezzi di mercato

SVOLGIAMO ATTIVITA’ DI PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL BAMBOO ITALIANO

Nei confronti di molteplici filiere industriali e commerciali

Come si realizza un bambuseto?

  • PREPARAZIONE DEL TERRENO

    Il Bambù Gigante si adatta a quasi tutti i tipi di terreno. Per la preparazione del terreno, prima della messa a dimora delle piantine, bisognerà effettuare le operazioni di alleggerimento dello stesso affinché il rizoma possa svilupparsi più velocemente. Non sono consigliate lavorazioni con arature profonde, in quanto il rizoma si sviluppa per una profondità non superiore ai 30/40 cm.
  • PIANTUMAZIONE DEL BAMBUSETO

    La messa a dimora delle piantine (piantumazione) viene effettuata manualmente, scavando con la vanga oppure attraverso delle trivelle manuali o meccaniche. Creata una buca di circa 15/20 litri, si possono installare le piante avendo cura di non danneggiarne l’apparato radicale. L’operazione successiva consiste nel posizionare uno spesso anello di cippato intorno alla pianta, per cercare di limitare la competizione con le specie infestanti che potrebbero nascere nelle zone limitrofe alla stessa.
  • CURE COLTURALI E MANUTENZIONE DEL BAMBUSETO

    Una volta effettuata la piantumazione bisognerà eseguire costanti operazioni di contenimento del rizoma: è infatti fondamentale creare un limite allo sviluppo dello stesso, al fine di evitare la sua prolificazione in modo spontaneo e quindi che la piantagione si diffonda in modo infestante nelle colture limitrofe. Per evitare che ciò accada è sufficiente creare un canale lungo il perimetro della piantagione di circa 80×80 cm.
  • IRRIGAZIONE DEL BAMBUSETO

    Per quanto riguarda l’irrigazione, per avere un bambuseto che garantisca rendite elevate, con produzioni abbondanti e costanti nel tempo, occorre disporre di volumi d’acqua analoghi a quelli delle coltivazioni di mais. In realtà, nelle fasi iniziali della coltura del Phyllostachys edulis, è comunque necessario prevedere una irrigazione di soccorso per limitare lo stress idrico delle giovani piante. L’irrigazione diventa poi meno necessaria per la sopravvivenza della coltura una volta che il bambuseto sia avviato. Tutti i sistemi irrigui possono andare bene, sia quelli di precisione con impianti localizzati (a goccia), che quelli a pieno campo come lo scorrimento superficiale, compatibilmente con il terreno e le risorse che si hanno a disposizione.

Bambù gigante: un’opportunità vincente di investimento

3 Motivi per cui scegliere il Bambù Gigante

ELEVATISSIMA RENDITA FINANZIARIA

Con la commercializzazione di germogli e culmi

PIÙ DI 1.500 APPLICAZIONI

In molteplici settori industriali e commerciali

BASSI COSTI DI GESTIONE

Per la sua coltivazione non servono grandi mezzi o particolari attrezzature

Inoltre… Il Bambù cresce in modo veloce: questo significa che altrettanto velocemente inizierai ad avere il tuo guadagno!

Questo, tradotto in numeri, cosa significa?

Una piantagone di 1 ettaro di Bambù Gigante a produttività non-intensiva ha una rendita media annua, REALISTICAMENTE stimata, di 22.000 euro, mentre sale 45.000 euro per una piantagione a produttività basso-intensiva e fino a 80.000 euro per una medio-intensiva.

Hai un terreno e vuoi sapere se è idoneo per la messa a dimora del Bambù Gigante? ContattaciTi risponderemo entro 48 ore

Cosa produce un bambuseto?

Sono due le principali produzioni del Bambù Gigante:

CULMI

I culmi sono una preziosissima risorsa che trova applicazione in numerosi settori industriali: dalla ristorazione al tessile, dall’arredamento alla moda, dall’edilizia alla cosmesi. Lo sapevi, inoltre, che potere calorifico del bambù è molto alto? Al punto di fare concorrenza ai legni di pregio delle nostre zone! La migliore qualità del legno si trova al centro del culmo, ma anche la parte più alta viene impiegata in maniera interessante, come nella produzione del cippato o di biometano. Un altro dei tanti impieghi? Può essere utilizzata come foraggio verde per gli animali.

GERMOGLI

Il secondo prodotto d’interesse commerciale del bambuseto sono i germogli di bambù, ricchi dal punto di vista alimentare. Sono molto apprezzati nei paesi asiatici per le loro proprietà nutrizionali, e possono essere preparati sia freschi che attraverso processi di trasformazione e conservazione. Il prelievo dei germogli deve essere pianificato ed eseguito con molta cura, è consigliabile dopo aver raccolto i germogli destinare i più piccoli all’uso alimentare e i più grossi per la crescita dei culmi. Nel caso in cui i germogli siano tutti grandi, bisogna valutare di lasciare circa una densità non superiore a 2-3 culmi al metro quadro, facendo sì che siano il più possibile uniformemente distribuiti su questa superficie. Il periodo ideale per la raccolta dei germogli è quello primaverile e solitamente dura 2 o 3 mesi, con inizio indicativo nel mese di aprile.








Privacy Policy


800 199 653 Numero verde 011-5694795 info@almabamboo.com