Maglie in bambù: i Forest sono la squadra più green

Maglie in bambù: i Forest sono la squadra più green

La squadra più green del calcio mondiale con la maglia in bambù.

Le maglie stravaganti non finiscono mai! 

L’ultima novità arriva dritta dritta dall’Inghilterra, più precisamente dalla Football League Two, dove il Forest Green Rovers ha trovato un modo piuttosto singolare per far parlare di sé. 

Il club inglese, che negli anni si è fatto conoscere per le sue politiche ecosostenibili, ha deciso di realizzare una casacca a strisce zebrate che è composta per il 50% da bambù. Una soluzione a tutela della natura, con riduzione dell’utilizzo di plastica.

maglie-bambù

L’obiettivo è di incoraggiare anche quelli delle categorie superiori ad adottare un’etica più green.

“Quando ho capito che tutte le maglie sono realizzate in poliestere, cioè in plastica, mi sono attivato per farle realizzare da fonti sostenibili. Ho chiesto al nostro fornitore se fosse possibile realizzare qualcosa col bambù”. Il nuovo materiale aiuta i giocatori. “Queste magliette aumentano le prestazioni dei giocatori, a differenza di quelle in poliestere che invece fanno perdere energia perché il corpo combatte col caldo e il sudore. Al momento sono al 50% di bambù, ma siamo intenzionati a realizzarle al 100%”.

Il presidente Dale Vince però non si è fermato qui: prendendo ispirazione da un documentario sulla natura ha pensato che potesse essere una buona idea inserire una trama animalier sulle nuove magliette. L’intento è di confondere gli avversari sul campo.

“La presenza di strisce su un corpo in movimento rende più difficile per i rivali giudicarne velocità e direzione. Anche le navi durante la Seconda Guerra Mondiale hanno impiegato lo stesso metodo per confondere i cannonieri avversari”.