Vaporiera in bambù: come utilizzarla al meglio

Vaporiera in bambù: come utilizzarla al meglio

Una tecnica di cottura decisamente antica ma ancora tutt’oggi molto attuale è quella al vapore.

La cottura al vapore ha origini in Oriente ed è il modo migliore per portare in tavola dei cibi sani e leggeri, che conservino al meglio tutte le loro proprietà nutritive, cosa che avviene grazie alla temperatura alla quale vengono sottoposti (sempre inferiore ai 100 °C)

Un altro vantaggio da non sottovalutare della cottura al vapore è che gli alimenti rimangono morbidi e succosi e non necessitano di alcuna aggiunta di grassi perché conservano perfettamente il loro sapore!

Tra le varie vaporiere in commercio esiste anche quella famosissima in bambù, tipica della cucina asiatica ed utilizzata per ogni tipo di preparazione. La vaporiera in bambù è soprattutto indicata per i piatti a base di verdure e pesce ma si presta benissimo anche per antipasti e dolci.

vaporiera-in-bambù-almabamboo

Vaporiera di bambù: come usarla

  • Riempite una pentola con circa 3-4 dita di acqua o brodo; la quantità precisa dipende, chiaramente, in base alle dimensioni dell’utensile che avete scelto. Accendete il fuoco e fate bollire. Se volete, potete procedere con la cottura al vapore utilizzando del brodo vegetale, per dare maggiore sapore ai cibi anche andrete a cuocere. In alternativa, potete anche aromatizzare l’acqua con spezie, chiodi di garofano, fiori di lavanda o altro ancora.
  • Posizionate il cestello di bambù sopra alla pentola dove l’acqua bolle e spegnete il fuoco. Sul fondo del cestello, posizionate delle foglie di insalata o della carta da forno: serviranno a proteggere il legno. Sopra, adagiate i cibi che devono essere cotti a vapore. Richiudete il cestello e lasciate cuocere.
  • Non bisogna mai condire i cibi prima di cuocerli: sale, olio, aceto e altri condimenti vanno messi solo dopo che gli alimenti si saranno ben cotti.

Manutenzione della vaporiera in bambù

Anche la sua manutenzione è importante: per pulire la vaporiera di bambù potete usare della semplice acqua, magari unita a un cucchiaio di aceto, di limone o di bicarbonato di sodio. Sconsigliamo l’uso di detersivi aggressivi, ma soprattutto il lavaggio in lavastoviglie, che potrebbe rovinare irrimediabilmente il delicato utensile in legno.
Per evitare il connubio di vaporiera di bambù e muffa, lavatela dopo ogni utilizzo e lasciatela asciugare in un luogo non umido. Prima di riporla con le altre stoviglie, aspettate che sia sempre completamente asciutta.