Germogli di bambù in estate: ecco ricette e piatti di BambùBio

Germogli di bambù in estate: ecco ricette e piatti di BambùBio

Quando si parla di bambù si è portati spesso a pensare ai canneti alti e fitti. Non tutti sanno, invece, che esiste una parte commestibile della pianta, da cui si prendono i germogli. I germogli di bambù si estraggono dagli “spuntoni” che nascono sotto la terra. Questi spuntoni vengono recisi, puliti dalla parte dura e poi spellati, tenendo per buona la parte interna che risulta chiara, aromatica e croccante.

La chef Marianna Ziliati propone gustosissimi piatti a base di bambù. A partire dai germogli di bambù, inventa continuamente nuove ricette e piatti irresistibili.

Ed in previsione dell’imminente arrivo della “bella stagione”, così da combattere le calde temperature estive, ci siamo soffermati sia per capire in che quantità conviene mangiare germogli di bambù in estate sia per scoprire quali fossero le sue ultime “invenzioni” culinarie.

In che misura ed in quali dosi conviene mangiare germogli di bambù in estate?

Grazie al suo ricco contenuto di minerali, il bambù è il rimedio giusto per assecondare il cambio di ritmo che si vive nel periodo estivo. Si passa da ritmi intensi di lavoro a momenti di totale relax, o viceversa. Il bambù in questo caso è un aiutante naturale che può evitare traumi e proteggere le cartilagini. Il criterio migliore è inserirlo nella dieta quotidiana, sia sotto forma di germoglio, che infuso o estratto in capsule. Nel primo caso, ovvero il vegetale fresco, ne basteranno 100 gr, in quanto ricco di potassio (553 mg per 100 gr di prodotto) e silicio. Le foglie, invece, utili per fare estratti ed integratori, oltre ad essere ipocaloriche contengono molte fibre, che donano un senso di sazietà evitando picchi glicemici. Basteranno 1-2 capsule al giorno con cicli di un mese ripetibili 3-4 volte all’anno per migliorare il nostro organismo.

Quali sono le principali proprietà dei germogli di bambù?

Grazie all’elevato contenuto di fibre, il bambù permette di contrastare la stitichezza e di ridurre i livelli di colesterolo “cattivo” (LDL) nel sangue. Molto ricchi di vitamine del gruppo B, i germogli di bambù contribuiscono anche al corretto funzionamento del metabolismo. Insieme all’apporto vitaminico, garantiscono anche una buona fonte di sali minerali (rame, manganese, calcio, ferro, potassio e fosforo). Si tratta, inoltre, di alimenti proteici ma ipocalorici, indicati pertanto per chi segue una dieta. Il basso contenuto di zuccheri li rende adatti anche in caso di iperglicemia. Infine ai germogli di bambù vengono associate potenziali proprietà antiossidanti, in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi, oltre ad avere efficacia antibatterica.

Valori per 100 gr di prodotto:

Calorie 27 kcal
Proteine 2,6 g
Carboidrati 5,2 g
Zuccheri 3 g
Grassi 0,3 g
Fibra alimentare 2,2 g
Sodio 4 mg
MINERALI
Calcio 13 mg
Ferro 0,5 mg
Magnesio 3 mg
Fosforo 59 mg
Potassio 533 mg
Zinco 1,1 mg
Manganese 0,262 mg

Quali sono alcune tue recenti “sperimentazioni culinarie” a base di bambù?

Sto lavorando a diverse soluzioni; in questa fase presento 4 piatti estivi con relative ricette e procedimenti per la preparazione, promettendo di svelarne altre successivamente:

1) Fantasia di verdure e germoglio di bambù

insalata frutta bambu bambubio

 

 

 

 

 

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

100 g di feta

1 germoglio di bambù

1 finocchio

2 carote

4 pomodorini

1 cipolla rossa di Tropea

2 fette di pane casereccio

Menta fresca

Olio extravergine di oliva

Aceto balsamico di Modena

Sale

Pepe

PROCEDIMENTO

Lavate e mondate accuratamente tutte le verdure. Tagliate a fette sottili il germoglio di bambù, il finocchio, le carote, i pomodori e la cipolla di tropea. In una ciotola preparate una vinaigrette con olio extravergine di oliva, sale, pepe, aceto balsamico e menta fresca, emulsionando tutti gli ingredienti con una frusta. Disponete il tutto in una ciotola da portata e concludete il piatto condendo con la vinaigrette. Servite con fette di pane casereccio.

PREPARAZIONE: 15 MINUTI

 

2) Gazpacho estivo con crostini alla segale e germoglio di bambù

INGREDIENTI PER QUATTRO PERSONE

200 g di pomodorini datterino

1 peperone giallo

1 peperone rosso

1 cetriolo

1 cipolla rossa di Tropea

5 foglie di basilico fresco

Pane di segale

Olio extravergine d’oliva

Polvere di bambù

Sale

Pepe

PROCEDIMENTO

Lavate tutte le verdure accuratamente. Tagliate a metà i pomodorini e a pezzi i peperoni, il cetriolo e la cipolla. Riponete il tutto in un frullatore, spezzettatevi all’interno anche il basilico; aggiungete abbondante olio extravergine. Frullate per circa cinque minuti alla massima velocità, ottenendo così una crema liquida e omogenea (se fosse necessario, filtrate il gazpacho con un colino). Regolate di sale e pepe.

Tagliate a cubetti piuttosto piccoli il pane di segale e in una padella ben calda tostatelo con olio extravergine di oliva, fino a ottenere dei bocconcini croccanti.

Versate il gazpacho in un bicchiere o ciotolina da portata, disponetevi sopra il pane di segale tostato e decorate con polvere di bambù.

PREPARAZIONE 20: MINUTI