Il primo volo intercontinentale plastic free

Il primo volo intercontinentale plastic free

Hi Fly sceglie il bambù a bordo

Il futuro è plastic free! Non soltanto l’Europa ha messo al bando la plastica monouso nella ristorazione a partire dal 2021, ma in tutto il mondo si registra una tendenza sempre più forte all’abbandono di questa materia prima in favore di nuove soluzioni amiche dell’ambiente e necessarie per la salvaguardia del pianeta. Si muove in questa direzione anche la compagnia aerea Hi Fly: continua a leggere per saperne di più!

Plastic free sopra le nuvole

plastic free

La compagnia aerea portoghese Hy Fly, con sede a Lisbona, da dicembre 2018 ha effettuato per la prima volta al mondo alcuni voli plastic free. Il primo, per l’esattezza, è avvenuto il 26 dicembre e ha portato 700 passeggeri da Lisbona a Natal, in Brasile. Un bel regalo di Natale per la nostra Terra! Le posate in plastica sono state sostituite da quelle realizzate in bambù e tutti gli accessori forniti a bordo del volo intercontinentale, dalle tazzine alle stoviglie, passando per gli imballaggi di coperte e cuscini, fino alle bottiglie e gli spazzolini, sono stati forniti in materiali di riciclati. Ma questo è soltanto il primo passo per Hi Fly che entro la fine di quest’anno intende rendere tutta la sua flotta plastic free.

I numeri

La strada plastic free intrapresa da Hy Fly segna un risultato importante se si pensa che, secondo i dati riportati dall’International Air Transport Association (IATA), i passeggeri delle compagnie aeree hanno generato più di 5,7 milioni di tonnellate di rifiuti nel 2017. E, se non si seguirà l’esempio della compagnia portoghese, si stima che nei prossimi 15 anni i volumi siano destinati a raddoppiare.

Se anche tu hai a cuore l’ambiente, scopri perché il bambù gigante è la risposta più attuale in termini di sostenibilità e investimento.

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.