Tubazioni in bambù: il futuro è sempre più green

Tubazioni in bambù: il futuro è sempre più green

Dall’Asia arrivano le condotte in bambù

Crescita molto rapida, estrema resistenza e grande flessibilità. Sono queste le straordinarie qualità del bambù gigante che hanno spinto l’azienda Xinzhou Bamboo, con sede in Cina, a investire nella nostra graminacea preferita per la costruzione di tubazioni davvero innovative. Quali sono le caratteristiche delle condotte realizzate in questo modo? Scoprilo nel nostro ultimo articolo!

Tubi in bambù: l’idea

Stando a quanto riportato dal Yicai Media Group, uno dei principali organi di informazione cinese, in Cina si trovano circa 120 mila chilometri di tubazioni destinate a gas e petrolio. Nel 2006, Ye Ling, con decenni di esperienza in materia, apre la strada alle tubazioni realizzate in bambù e, l’anno successivo, istituisce un team di ricerca e sviluppo per testarne la fattibilità. Oggi, Ye Ling è direttore del Centro di ricerca ingegneristica per i compositi di avvolgimento di bambù (ERCBWC), parte dell’amministrazione forestale dello Stato, e presidente del consiglio di amministrazione della Xinzhou Bamboo la cui capacità produttiva e in continua crescita e dovrebbe raggiungere i 10 milioni di tonnellate entro il 2020.

Tubazioni in bambù: le caratteristiche

Quali sono i vantaggi delle condotte in bambù?

  • Hanno una forza di compressione elevata.
  • Non si corrodono e assicurano un ottimo isolamento elettrico e termico.
  • Possono sostituire la maggior parte dei comuni tubi in acciaio saldato, in polietilene, in cemento e in acciaio precompresso.
  • Possono essere distribuite nelle reti municipali di approvvigionamento idrico e di drenaggio e riducono significativamente l’uso di plastica, acciaio e cemento.
  • Sono ecologiche (a differenza di quelle in plastica, acciaio e cemento).
  • Sono prodotte con una risorsa rinnovabile e a impatto zero.
  • Sono economiche (riducono i costi del 20 per cento).

Il punto di vista del WWF

Secondo il WWF, “Il consumo di energia utile per produrre le condotte in bambù è pari a un quarto di quello necessario per la realizzazione di tubi in acciaio saldato e a un terzo di quello per i tubi in polietilene. Se entro il 2025, il 20 per cento dei tubi venisse sostituito con quelli in bambù, si risparmierebbero 63 milioni di tonnellate di CO2 ogni anno”. Al momento, Xinzhou Bamboo è l’unica azienda specializzata nella commercializzazione delle tubazioni in bambù. Ma i suoi usi sono destinati a una continua evoluzione, in virtù del cambiamento climatico in corso.

Vuoi saperne di più degli applicativi commerciali del bambù e vorresti farne una forma di investimento? Allora leggi anche Perché il bambù gigante e non perderti i nostri workshop gratuiti in giro per l’Italia.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.