Case in bambù realizzabili in pochi giorni

Case in bambù realizzabili in pochi giorni

Filippine: l’idea vincente di un giovane ingegnere

Patrick Forlales, giovane ingegnere 23enne di Manila, ha vinto un premio di £ 50.000 (l’equivalente di poco più di 64 mila dollari) per aver progettato case in bambù super smart e a basso costo, nelle Filippine. Le abitazioni, studiate da Forlales, richiedono appena quattro ore per essere costruite e hanno un costo incredibilmente basso al metro quadrato. Rappresenteranno il futuro dell’edilizia? Per saperne di più, leggi il nostro nuovo post!

Le case in bambù Cube

Cube, così si chiama il progetto elaborato dall’ingegnere dei Materiali Patrick Forlales, “è una casa vera e propria, funzionale, ma al tempo stesso molto di più”. È un’abitazione modulare, nata su ispirazione delle case in bambù rurali, come quella dei nonni di Forlales. Ma, in questo caso, il bambù viene trattato e laminato per un ciclo di vita destinato a essere 10 volte più lungo. La scelta di un materiale così ecologico, come la straordinaria graminacea di cui stiamo imparando a conoscere le tante virtù, ha numerosi benefici per l’ambiente. Innanzitutto, il bambù consente un rilascio di ossigeno superiore a quello degli alberi (+35%), può essere raccolto ogni anno senza causare il degrado del suolo e il tetto inclinato permette di catturare e riutilizzare l’acqua piovana. Un bel vantaggio per la Terra!

I destinatari

Manila ha una popolazione di 12 milioni di persone, di cui 4 milioni vivono in baraccopoli. Si prevede che altri 2,5 milioni di lavoratori arriveranno in città nei prossimi tre anni, aumentando la crescente scarsità di alloggi disponibili. Le case prefabbricate Cube, come vengono chiamate in inglese, saranno utilizzate per ospitare i nuovi trasfertisti, prima di essere trasportate in quartieri di larga scala. Le case in bambù, inoltre, sono state pensate per essere appoggiate su delle palafitte per prevenire eventuali danni durante le alluvioni.

Le case in bambù: dove si trovano?

Per costruire le prime case in bambù, Patrick Forlales ha scelto un appezzamento di terra a Manila, con la speranza di poter diffondere la buona pratica anche in altre città affollate. In teoria, infatti, Cube è praticabile ovunque cresca il bambù, dal Sud-Est asiatico all’Africa, passando per l’America Latina e l’Europa, in cui le piantagioni stanno prendendo sempre più piede. Cube richiede quattro ore di assemblaggio e costa appena 50 sterline al metro quadro, il che lo rende un progetto davvero molto conveniente.

Se i molteplici utilizzi del bambù ti incuriosiscono e stai pensando di farne un business vincente, leggi anche Perché il bambù gigante.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.