Bambù gigante: i molteplici mercati di vendita (parte 3)

Bambù gigante: i molteplici mercati di vendita (parte 3)

UN INVESTIMENTO VINCENTE

Fino a oggi il mercato europeo ha valorizzato l’aspetto ornamentale della pianta: i vivai che producevano bambù puntavano sull’aspetto estetico, tralasciando il largo impiego di questa straordinaria graminacea in tanti mercati di vendita orientali.  Il bambù gigante, infatti, può essere utilizzato su più filiere. Anche in Occidente sono sempre più numerosi i mercati di vendita del bambù: dal legno lamellare destinato a edilizia, carpenteria e falegnameria, passando per l’industria alimentare e la cosmetica, fino ad arrivare agli accessori moda. Clicca qui e qui  se ti sei perso gli altri approfondimenti sui mercati di vendita del bambù, altrimenti prosegui nella lettura per scoprirne di nuovi.

Il mercato di vendita del lusso punta sul bambù

Gucci e Armani sono soltanto due delle grandi firme della moda che hanno scelto di ispirarsi alla versatilità di questa straordinaria pianta per i propri brand. La borsa Jackie O di Gucci è l’esempio più illuminante in questo senso: icona del marchio, è entrata nella storia della maison come l’accessorio preferito di Jacqueline Onassis, ex moglie del presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy. Creata per la prima volta nel 1947, la Bamboo originale era realizzata in pelle di cinghiale con il manico in bambù, scaldato e curvato a semicerchio. E la sua storia prosegue ancora oggi, con le stesse metodologie di allora, e 13 ore di lavoro artigianale. Giorgio Armani, dal canto suo, ha proposto abiti in cui il bambù è diventato un vero e proprio ricamo o l’elemento decorativo di tacchi e gioielli da passerella.

Vestiti di bambù

Sta maturando sempre di più la consapevolezza che tutto ciò che mettiamo a contatto con la nostra pelle venga assorbito dal corpo, rendendoci decisamente più responsabili nelle nostre scelte d’acquisto. E questo vale ancora di più quando si tratta dei nostri figli. La stessa cura che riserviamo alla scelta dei cosmetici, va sviluppandosi per la scelta dei capi di abbigliamento, inaugurando un nuovo mercato di vendita del bambù. La fibra che si ricava dal bambù, infatti, ha innumerevoli proprietà che la rendono particolarmente adatta alla realizzazione di vestiti per adulti e bambini. Giusto per citare le principali virtù del bambù organico: è assorbente (3-4 volte più rispetto al cotone), traspirante, antibatterico e antisettico, termoregolatore e ipoallergenico. Senza contare che protegge dai raggi UV, riduce l’elettricità statica e, al tatto, ha la stessa morbidezza del cashemere e della seta.

Carta di bambù

Gli alberi tradizionali necessitano di decine di anni per crescere e raggiungere le dimensioni convenienti al taglio e alla produzione di carta. Una volta recisi, inoltre, non si rigenerano ed è d’obbligo rimpiazzarli. Le foreste di bambù gigante, invece, costituiscono dei boschi rinnovabili e centenari allo stesso tempo: crescono molto in fretta, non hanno bisogno di pesticidi e fertilizzanti  e riducono la deforestazione. I bambuseti sono una grande risorsa a cui attingere per la realizzazione di carta nel pieno rispetto dell’ambiente.

mercati vendita bamboo

Questi sono solo alcuni dei numerosi mercati di vendita del bambù. Se sei curioso, leggi anche Perché il bambù gigante per saperne di più.

Leave a Reply

Your email address will not be published.