Chi investe nel bambù gigante: coltivare il bambù per guardare al futuro

Chi investe nel bambù gigante: coltivare il bambù per guardare al futuro

Prosegue l’appuntamento con chi investe nel bambù gigante. Questo mese abbiamo avuto il piacere di incontrare la dottoressa Maria Tartaglione, socia della neonata Alma Bamboo 10, inaugurata in Puglia in occasione del Gala estivo alle Tenute Carrisi.  Prosegui nella lettura o guarda la video intervista per saperne di più sul perché ha deciso di investire nel bambù gigante!

Come ha conosciuto Alma Bamboo?

Per puro caso: in realtà, qualche anno fa, stavo facendo un master in Marketing e Management e avrei dovuto sviluppare una tesi un po’ particolare sul Project management. Sfogliando la rivista Millionaire mi capitò davanti questa immagine del bambù che mi incuriosì tantissimo, soprattutto l’aspetto ambientale di questa pianta, con caratteristiche di fitorimediazione e biorisanamento.  La cosa mi incuriosì così tanto che ho voluto svilupparla. Poi ho conosciuto i responsabili di Alma Bamboo, i quali mi hanno incuriosita anche da un punto di vista professionale: sono persone molto serie.

Quali elementi l’hanno convinta ad investire nel bambù gigante?

Io penso che ci sia una grande opportunità per le persone che entrano in questo business, in questo tipo di progettualità. Dobbiamo guardare al futuro: in prospettiva è un mercato che in Italia non c’è ancora. Noi, insieme ad Alma, lo stiamo sviluppando quindi chi entra in questo giro d’affari tra qualche anno si troverà veramente avvantaggiato.

Se lei dovesse incontrare una persona, consiglierebbe questa nuova avventura?

Sicuramente, perché è un’opportunità di lavoro, di guadagno e rispetta l’ambiente. Quindi, in qualche modo, soddisfa tutti.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.