La torre in bambù che produce acqua

La torre in bambù che produce acqua

Il Warka Water: un albero artificiale in grado di trasformare l’umidità dell’aria in acqua potabile

In Etiopia, regione del mondo in cui la siccità è una piaga profonda, è stata colllaudato da circa un anno il prototipo di Warka Water, la torre in bambù che produce acqua. Prosegui nella lettura per scoprire di più

L’albero che “toglie la sete”

Il progetto di una torre in grado di raccogliere l’umidità presente nell’aria e trasformarla in acqua potabile è stato creato qualche anno fa dagli architetti Andreas Vogler e Arturo Vittori. Presentato per la prima volta a Marker Faire di Roma 2016, gli ideatori del progetto hanno deciso di dargli il nome di un albero di fico gigante dell’Etiopia, Warka. Ed è proprio in un villaggio Etiope che il primo prototipo di Warka Water è diventato operativo nell’aprile del 2017.

La struttura del Warka

il progetto del Warka water

Il Warka water è costituito da 5 materiali: bambù, mesh, corde di poliestere e corde di fibra naturale. La scelta è frutto di attenti studi da parte dei due architetti, a cui servivano materiali adatti a migliorare la formazione di condensa ma anche in grado di resistere anche in ambienti ostili.
I 5 moduli che costituiscono Warka Water consentono di condensare l’umidità dell’aria nella parte esterna, trattenendo l’acqua che viene poi convogliata nel modulo centrale. A pieno regime questo “albero” può arrivare a produrre 100 litri di acqua al giorno: una quantità non sufficiente a dissetare un intero villaggio e a sostituire pozzi ed opere ingegneristiche, ma sicuramente utile ad alleviare condizioni di disagio gravi.

Leggero e innovativo anche grazie al bambù

Warka Water risulta essere particolarmente innovativo anche nel design, che consente di smontare l’albero in moduli piccoli e leggeri, in modo da facilitare il trasporto a mano anche in zone difficilmente raggiungibili. con mezzi di trasporto. Una praticità e una leggerezza garantita grazie all’ingegnosità dei creatori del progetto, ma anche grazie alla scelta del legno di bambù gigante come materia che costituisce la struttura del Warka. Un materiale resistente alle sollecitazioni, adatto a qualsiasi ambiente, duttile e leggero.

Oggi abbiamo scoperto un’altra applicazione del bambù nel ramo dell’architettura, in questo caso utilizzato in un progetto che ha davvero del miracoloso. Un materiale che come sappiamo, si presta a migliaia di utilizzi diversi e che rappresenta anche una risorsa per l’ambiente, essendo ecocompatibile al 100%.

Scopri perché investire nel bambù gigante cliccando qui.

Leave a Reply

Your email address will not be published.