In viaggio con una Bici in Bambù

In viaggio con una Bici in Bambù

La storia di Matteo, dall’Africa al Regno Unito, in sella alla sua bicicletta di bambù

Un telaio in bambù, due ruote, un viaggio di 75 giorni e un un percorso di 8.731 km.
Oggi ti raccontiamo la storia di Matteo Sametti, partito dal cuore dell’Africa, Lusaka, per arrivare fino a Londra coprendo circa 130 chilometri al giorno a bordo della sua bicicletta in bambù: obiettivo quello di assistere alle Paralimpiadi del 2012.

Vuoi scoprire come è nata questa incredibile avventura? Prosegui nella lettura!

Tra solidarietà sociale e amore per lo sport, la sfida di Matteo

Raggiungere Londra in tempo per la cerimonia di apertura delle Paralimpiadi: perché Matteo pedalava con questo obiettivo in mente?
Facciamo un passo indietro: devi sapere che Matteo è direttore e fondatore di Sport2Build, associazione che opera promuovendo lo sport come attività di pace e di aggregazione.
Nel corso del suo viaggio Matteo voleva far conoscere il progetto e raccogliere fondi volti alla realizzazione di una scuola per i bambini di Lusaka, dove lo sport sarebbe stato destinato a ricoprire un ruolo fondamentale: le Paralimpiadi rappresentavano a pieno l’idea di “sport per tutti”.
È così che è iniziato il percorso di Matteo in sella alla sua bicicletta: affascinante, oltre che per l’eroica e nobile causa, per la particolare scelta di utilizzare una bici costruita interamente in bambù.
Tanti i pensieri e le emozioni durante il viaggio, tra fatica, forza di volontà ed entusiasmo, tra incontri speciali e i paesaggi più svariati: Zambia, Malawi, Tanzania, Kenya, Etiopia, Sudan e Egitto; quindi un aereo per Milano Malpensa, Legnano, la sua città natale, dopodiché Novara, il Moncenisio, fino alla Francia e all’Inghilterra.
Finalmente giunto a Londra, Matteo aveva sette chili in meno, ma anche la certezza di aver addosso molto di più e la soddisfazione di non avere mai mollato; e, come ricordava lo scienziato Stephen Hawking durante la cerimonia di apertura delle Paralimpiadi, di avere “guardato in alto, verso le stelle, e non in basso, alla punta dei piedi”.

Bambù: per biciclette “eco” e resistenti

bicicletta in bambùLo sapevi che le bici in bambù sono incredibilmente resistenti?
Il bambù, infatti, gode di proprietà chimico-fisiche che lo rendono un materiale ideale per la realizzazione di telai per bici.
Grazie alla sua eccezionale elasticità è in grado di assorbire a livelli ottimali tutte le vibrazioni provenienti dalle imperfezioni del lastricato, rendendo la pedalata morbida e confortevole.Forti e durevoli le bici in bambù  sono al tempo stesso molto leggere: secondo un test di prova eseguito in Germania i telai in bambù possono essere ben 10 volte più leggeri di quelli in metallo, vantando inoltre una maggiore resistenza al peso.
Non dimenticare, poi, che il bambù è un materiale organico e riciclabile, ecologico al 100%; a differenza del metallo non richiede alti livelli di energia durante l’estrazione e la fabbricazione. Ma c’è di più!

Vuoi scoprire tutti i benefici del Bambù per l’ambiente? Visita la pagina: Perché il Bambù Gigante

Leave a Reply

Your email address will not be published.